L’alimentazione degli anziani

Alimentazione degli anziani

Un’appropriata alimentazione degli anziani è un ingrediente essenziale per conservare un buono stato di salute. Questo vale a tutte le età, e specialmente per gli anzianni. Per loro avvengono modificazioni fisiologiche, quali il rallentamento del metabolismo basale e la diminuzione della muscolatura scheletrica. Cambia lo stile di vita, l’ attività fisica, e si riduce il fabbisogno energetico. Per questo p essenziale calibrare l’alimentazione per garantire un giusto apporto di nutrienti. Se scegliete una badante convivente a Lecco di AES avete la certezza di una formazione completa, anche nel campo dell’alimentazione degli anziani.

La dieta ideale deve coprire in modo armonico ed equilibrato i fabbisogni nutrizionali dell’anziano. Molto schematicamente, deve essere impostata assicurando l’apporto calorico totale intorno alle 2.100 calorie.

Alimentazione degli anziani: elementi essenziali

E’ essenziale l’apporto di acqua, vitamine e sali minerali. Gli anziani sentono meno la sete e si astengono dal bere per paura di disturbi come l’incontinenza urinaria o per timore dell’accumulo di liquidi. Vi è infatti l’idea, sbagliata, che l’acqua “fa gonfiare”. E’ necessario bere ogni giorno una buona quantità di acqua (almeno otto – dieci bicchieri) per preservare la funzionalità renale, idratare la pelle, ammorbidire le feci e così ridurre il rischio di stipsi. Una buona abitudine è bere due bicchieri di acqua il mattino a digiuno. Oltre che con l’acqua, i liquidi s’introducono con il consumo di succhi di frutta, caffelatte, tè, latte freddo o caldo, tisane.

Anche un bicchiere di vino durante o meglio alla fine del pasto va bene. Stimola la secrezione di succhi gastrici, favorisce la digestione e dà un senso di benessere…purché la quantità sia limitata (non più di mezzo litro il giorno). Da evitare sono invece i superalcolici. I sali minerali sono necessari al corpo umano in quantità diverse tra loro. Nella dieta dell’anziano devono essere assolutamente presenti il calcio ed il ferro.

Alimentazione degli anziani: un investimenti a lungo termine

Un’alimentazione corretta, in grado di assicurare un adeguato apporto di energia e nutrienti, può condizionare in maniera positiva l’andamento dell’invecchiamento attraverso il mantenimento di una buona efficienza delle funzioni cognitive e di un discreto livello di attività fisica ed autonomia.

Queste piccole ma essenziali accortezze possono essere di grande aiuto per l’assistenza degli anziani, tenendo sempre conto delle esigenze specifiche ed individuali, delle abitudini e soprattutto delle indicazioni del medico.